PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Watanabe sfida il Caesar’s Palace

Lunedì 30 Novembre, da Cesare

Dopo aver perso 112 milioni di dollari nei casinò di Las Vegas, Terry Watanabe, giocatore asiatico di 52 anni, è riuscito a raccogliere un debito ulteriore di $ 15 milioni dopo aver emesso assegni a vuoto al Caesars Palace dal quale è stato quindi accusato di frode nonostante lo stesso Watanabe abbia smentito immediatamente qualsiasi coinvolgimento nella vicenda.

E addirittura il giocatore rilancia con un’azione civile per controbattere le minacce dell’accusa puntando sul fatto che la società Harrah’s, proprietaria del casinò dove ha dilapidato i suoi averi, lo avrebbero pressato somministrandogli alcool e sostanze nell’intento di farlo spendere ancora di più ai tavoli da gioco.

Harrah’s è la più grande impresa mondiale di gioco d’azzardo e gestisce più di 50 casinò nel mondo. Watanabe ha fatto la sua fortuna vendendo l’azienda che era del padre l’Oriental Trading C0, dalla quale ha ricavato una somma enorme.

I suoi volumi di gioco erano talmente elevati che il casinò ha proposto al giocatore molti incentivi. 15% di rakeback, cioè una percentuale di ritorno sulle sue perdite e una linea di credito di 3 milioni di dollari con 60 giorni di dilazioni prima di essere chiamato a coprire il buco.

Dal 2007 il giocatore ha detto di aver passato quasi tutto il tempo tra la sua stanza d’hotel e il casinò del Caesars Palace. Ma le sue perdite sono diventate astronomiche nell’autunno 2007 quando, ha ricollegato, deve aver subito queste pressioni per giocare attraverso l’utilizzo di vari mezzi da parte del casinò.

Pur essendo un giocatore senza limiti e scrupoli, Watanabe pare avere una buona carta da giocarsi: Harrahs’ non avrebbe avuto scrupoli nell’aumentare il limite di credito fornendo approvvigionamenti di alcol e di analgesici senza problemi e aumentando i limiti di credito sempre di più.

Nel Nevada è illegale per un casinò lasciar giocare qualcuno se si è a conoscenza delle sue problematiche.