PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Riconoscimento a Brunson

Venerdì 16 Dicembre, da Antonella Sguera

Per entrare nella Epic Poker League, lo dice la parola stessa del nome del campionato creato da Annie Duke che è una delle organizzatrici principali, ci vogliono risultati clamorosi, successi incredibili, imprese epiche, insomma. Ma se si tratta di un giocatore dalla carriera decennale, di quasi 50 anni, e se questo player si chiama Doyle Brunson, allora ecco che il 'grandfather' del poker mondiale ha ottenuto una "wild card" che gli consentirà di partecipare agli eventi e che sarà valida per tutta la sua vita.

Un ulteriore riconoscimento per la leggenda del poker che a 78 anni è ancora molto ambizioso e si siede abitualmente ai tavoli senza problemi. Tutto bello, per carità, anche se qualche sospetto c'è. Pochi giorni fa era stato lo stesso Doyle a dichiarare di non voler partecipare né all'Epic League né all'European Poker Tour di Praga.

Un'assenza che avrà deluso Duke e compagni. Così ecco pronta la contromossa. Un field che contiene il nome di Brunson ovviamente è un field diverso da quello che non lo contiene. Così alla fine qualche buy in non influirà negativamente nell'economia della Epic Poker League, il circuito di tornei di poker che si giocano al Palms Casino Resort di Las Vegas.

Quindi Brunson senatore a vita. Ma come si può accedere all'Epl? Di solito a decidere chi partecipa a ogni singolo torneo è la Commissione degli organizzatori che analizza i risultati e il comportamento dei giocatori. Non a caso qualche espulsione c'è già stata sia per qualche players di Full Tilt e sia per chi non si è comportato benissimo in alcuni eventi rischiando così di non prendere più parte a questo prestigioso evento. Ma per Doyle di problemi non ce ne saranno più.