PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Full Tilt acquistata da Tapie

Martedì 22 Novembre, da Antonella Sguera

Stavolta sembra essere ufficiale l'acquisto di Full Tilt Poker da parte del gruppo francese comandato dal magnate Bernard Tapie. Negli Usa la notizia ha fatto subito il giro del web nella nottata di ieri facendo ovviamente molto clamore e dando grosse speranze a tutti quei giocatori americani e di tutto il mondo che aspettano di essere rimborsati dalla poker room accusata di frode bancaria, riciclaggio nonché di aver ordito uno schema di truffa Tom Ponzi. Non a caso la scomparsa di players di punta come Chris Ferguson e Phil Ivey testimoniano il marcio che c'era dietro sontuose sponsorizzazioni e prelievi sui fondi lasciati dai players e scomparsi e segregati dopo il black friday del 15 aprile 2011.
A dare la notizia per prima è stata la Cnn . In una lettera firmata dal magnate francese ex proprietario dell'Olympique Marsiglia e dell'Adidas, vengono confermate tutte le informazioni che erano state avanzate dai media che davano per ccluso l'affare dell'anno per il poker online.
Quali sarebbero i punti chiave?

  1. FTP accetta di rinunciare a tutte le sue attività negli Stati Uniti ma se le azioni contro le società che costituiscono la room decadano.
  2. Il Dipartimento di Giustizia prende possesso dei beni di FTP per il solo scopo di vendere nella loro interezza a GBT per la somma di 80 milioni dollari e con l'intesa che GBT ristabilirà FTP in base alle seguenti intese:
    1. GBT deterrà almeno una partecipazione di maggioranza della società
    2. Nessuno degli attuali amministratori FTP avrà azioni della società
    3. L'accordo non preclude ad altri soci di entrare in possesso della società
    4. Per quanto riguarda i clienti FTP negli Stati Uniti, l'accordo prevede possano presentare petizioni al governo degli Stati Uniti e "richiedere un risarcimento per le perdite subite" 
    5. Per quanto riguarda i giocatori al di fuori degli Stati Uniti, l'accordo prevede che GBTrispetterà  volontà di rimborsare o fare di tutto per tutti i clienti
    6. La lista dei clienti degli Stati Uniti è una parte del patrimonio, ma GBT non ha intenzione di utilizzare tale elenco salvo per assistere il Dipartimento di Giustizia per identificare i clienti che devono avere soldi.