PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Aggc e Full Tilt a porte chiuse

Martedì 26 Luglio, da Valentina Manzari

Atmosfera molto tesa e schermaglie continue tra gli avvocati di Full Tilt e i membri della Alderney Gaming Controll Commission nell'incontro udienza pubblica che si sta tenendo a Londra al Victoria hotel. Si deve decidere se proseguire o staccare definitivamente con la concessione della poker room leader mondiale nel paese off shore che finora aveva ottenuto sostanziose tasse per consentire il gioco. Ed è proprio una questione di tasse a rovinare per ora i termini dell'accordo.

Pare che Tiltware, la società che detiene i diritti e la proprietà del brand Full Tilt Poker, debba pagare 250,000 sterline in tasse all'Agcc. La contestazione è che quei soldi, senza poter giocare e raccogliere gioco, non sono rimborsabili. Un tira e molla che sta mandando per le lunghe la risoluzione della questione. I legali di Full Tilt evidentemente hanno qualche carta da giocare visto che hanno chiesto un'udienza a porte chiuse senza stampa.

La giustificazione sarebbe quella di non disturbare gli umori di eventuali investitori. Tuttavia potrebbe essere anche quella di non rivelare dati e fatti che scatenerebbero l'ira dei players oltre che di chi potrebbe reinvestire cifre su un marchio che conserva comunque un grande appeal. Non a caso un poker player presente all'udienza ha urlato 'corrotti' ai legali di Full Tilt lasciando scatenare la tensione dell'incontro in un applauso dei presenti.