PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

La Harrah's riflette sulle Wsop

Venerdì 15 Ottobre, da Alessandra Manzari

La versione 2010 delle World Series of Poker Europe è stata, secondo l'opinione di tutti, un successo indiscutibile. L'evento ha regalato un notevole spettacolo , con i maggiori players del mondo a darsi battaglia in tornei dalla rara intensità.

Ed è nata una riflessione che nasce dal paragone, per certi versi impossibile, con le WSOP di Las Vegas, quelle vere insomma, il cui successo continua ad attrarre una popolazione crescente di giocatori sempre più eterogenei, riducendo inevitabilmente la qualità del gioco ai tavoli e rendendo il Main Event alquanto complesso per chi possiede ottime skills in questa disciplina. 

Harrah's Entertainment, che possiede il diritto di manifestazione, deve modificare la formula WSOP Las Vegas e ispirarla al modello europeo? Questa è la domanda. Basta dare un'occhiata ai vincitori del braccialetto WSOP Europe per capire che i giocatori che brillano a Londra sono quelli che ESPN aspetta in prima linea durante la copertura delle WSOP a Las Vegas. Annette Obrestad, John Juanda, Barry Shulman, Jeff Lisandro, Phil Laak, Gus Hansen sono le stelle in questione.

E i giocatori WSOPE che hanno anche fatto un tavolo finale sono Phil Ivey, Chris Ferguson, Sorel Mizzi, Daniel Negreanu o Howard Lederer. L'idea, quindi sarebbe quella di limitare le dimensioni del field per alcuni eventi che, ovviamente, sono anche scomparsi dall'Espn costretta spesso a seguire il player sconosciuto di turno.

Che ha comunque il suo momento di gloria nel Main Event e, in generale, negli altri eventi con migliaia di iscritti che devono comunque rimanere in palinsesto. Difficile fare selezione. Quest'anno solo al 50,000 championship il field era di questo tipo. E' anche chiaro che se le due formule si mischiano e si somigliano troppo, poi, c'è il rischio di perdere le potenzialità e i risultati dei due. Insomma le Wsop di Las Vegas devono contare qualche evento in più riservato ai grandi ma la versione Europe dovrà rimanere l'appuntamento esclusivo per i grandi del poker internazionale.