PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Italian rounders poker tour

Lunedì 09 Novembre, da Cesare

L'Italian Rounders Poker Tour si ferma ad Eboli. A vincere il primo premio del Main Event che si è tenuto al Casinò di Campione d’Italia è Antonello Martuscelli, da Eboli in provincia di Salerno, appunto, dopo due giorni di torneo su 140 iscritti e dopo un estenuante final table in heads up con Salvatore Giovanni in arte pokeristica 'Giannnino Kart'.

"Una soddisfazione enorme soprattutto perché sono riuscito a vincere contro giocatori di alto livello - commenta a caldo Martuscelli - io gioco da qualche anno ma non ho molto tempo per giocare questi eventi importanti e questo è il primo grande risultato dopo il secondo posto a Venezia a un torneo da 500 euro". Per lui un heads up complicato con Giannino Kart dopo aver risposto agli attacchi continui di Von Siebenthal.

"Dovevo uscire in una mano AA contro 77 e ho preso il 7 che alla fine mi ha salvato". Grande soddisfazione per Giannino che aveva dalla sua il tifo dell'intera sala vista la sua grande esperienza nel mondo del poker. 43esimo nella classifica italiana dei premi vinti in denaro, Salvatore Giovanni ha centrato un ottimo risultato ma con un pizzico di rammarico. "Il mio avversario è stato bravo ma anche abbastanza fortunato e non ha creduto al mio bluff sulla mano decisiva. Io avevo due Jack ma non pensavo che l'avversario avesse addirittura un tris di K e non poteva credere al colore.

Comunque sono soddisfattissimo e ringrazio tutti per il sostegno. È stato un torneo bellissimo che ho giocato con uno stile un po' diverso e che mi ha ripagato". Il tavolo finale è stato scoppiettante con Tobias von Siebenthal sulle montagne russe che si è scontrato contro un solido muro italiano formato da Giannino Kart e Antonello Martuscielli. Solido sì, ma molto chiuso contro le azioni continue del giovanissimo svizzero di Basilea.