PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Notte del Poker con i campioni, ma in rete meglio girare l'UE, per il poker online

Martedì 30 Dicembre, da Paolo

La notte del Poker, uno degli appuntamenti pokeristici principali che si svolgono in Italia, quanto meno dal punto di vista dello spettacolo, si è tenuta a Venezia, presso i locali del Casinò municipale di Cà Vendramin, alla fine di Novembre 2008.

A quanto pare gli eventi di Poker italiani sono destinati ad avere evoluzioni strane: prima Poker Island, il reality show di Bwin Italia, che dopo un lancio avvenuto con grande enfasi si è invece un persa negli orari più improbabili della programmazione minore di Sky, con un risalto mediatico vicino allo zero, forse anche meritato vista la scarsa qualità dei partecipanti, ammessi alla fase finale secondo criteri piuttosto nebulosi; e ora la “Notte del Poker”, che si è disputata appunto a fine Novembre ma della quale, per motivi televisivi, solo pochi iniziati conoscono il risultato, che verrà appreso dal grande pubblico solo il 6 gennaio, in occasione dell’ultimo giorno di trasmissione dell’evento da parte di Sky, che lo metterà in onda a partire dal giorno di Capodanno. Come d’uso la trasmissione sarà presentata da Pupo, questa volta affiancato dalla Masciotta, ex Miss Italia, e commentata dal trio pokeristico nazionale: Stefano de Grandis e i fratelli Massimo e Fabio Caressa.

Sicuramente per il momento la grande crescita del Poker online pone in secondo piano queste strane strategie comunicative, che sembrano investire fondi non proprio modesti per arrivare a ricadute che a prima vista appaiono limitate. Certo, per le sale da Poker fresche di autorizzazione italiana non è esattamente il massimo della pubblicità: se le cose sono così fumose sugli eventi mediatici più popolari, viene da chiedersi, esagerando in malignità, quali saranno poi le tecniche di gestione del gioco online, che dovrebbe essere contraddistinto dalla massima limpidezza.

Ai giocatori italiani resta aperta la scelta, sia pure tenuta volutamente in sordina dai mezzi di comunicazione nazionali, di rivolgersi alle altre sale da Poker europee, anch’esse in realtà perfettamente legali per i giocatori italiani, cittadini dell’UE a tutti gli effetti, fino a prova contraria. Giocando presso le più grandi sale da Poker online europee, quali Titan Poker, PokerStars, FullTilt poker (che offre anche un goloso programma di rakeback) e molte altre, è possibile godere delle migliori condizioni di mercato sul poker online, senza registrazioni sempre fastidiose presso le autorità fiscali e valutarie italiane (alle quali le sale da poker del Bel Paese devono costantemente comunicare tutti i dati in loro possesso), ma registrandosi presso sale europee assai più rispettose della privacy dei loro clienti. Le sale principali offrono poi i tavoli a soldi veri, e non solo i tornei, e garantiscono ai loro clienti Bonus e promozioni che le sale italiane, a paragone assai piccole, per il momento non hanno neppure all’orizzonte.

E’ meglio dunque informarsi bene, e non lasciarsi fuorviare da chi definisce “legali” solo le sale autorizzate in Italia: il poker è un gioco di abilità, e non un gioco d’azzardo, di conseguenza ogni sala da poker online della UE che offra questo servizio con autorizzazione del paese presso cui ha la sede legale, risulta anch’essa perfettamente abilitata ad accogliere tutti i cittadini europei, italiani compresi