PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

I tavoli da poker che contano le chips

Giovedì 08 Settembre, da Cesare Antonini


Ci sta investendo tantissimo il presidente di Microgame People's Poker Fabrizio D'Aloia che in questa soluzione e innovazione tecnica ci crede tantissimo. E, per la prima volta forse al mondo, di sicuro nei tornei di poker organizzati dalle poker room italiane, da oggi fino all'11 settembre in Montenegro faranno il debutto, in un evento dal vivo con tutti gli iscritti e la sala da gioco coinvolta.

Stiamo parlando dei tavoli concepiti con tecnologia Rfid che riescono a contare le chips che i players hanno davanti in tempo reale e in qualsiasi momento equiparando un torneo di poker dal vivo con quello online. Ma come funzionano? I tavoli riescono a svolgere questa interessante funzione grazie ad un sistema di radiofrequenze contano in ogni istante le fiches dei giocatori.

Una rivoluzione per gli eventi live che finalmente potranno essere corredati delle stesse informazioni a disposizione dei tornei on line. Tra tutte le novità, risulterà decisivo poter consultare un chip-count sempre aggiornato che permetterà ai giocatori di comprendere la distanza del proprio stack dall’average e dagli altri avversari, che siano seduti insieme o su altri tavoli.

Ed è questo uno dei maggiori aspetti di questa innovazione. Una novità non tanto dal punto di vista tecnico ma rispetto, più che altro, all'applicazione. Se prima veniva utilizzata solo per tavoli speciali o televisivi, ora si estende la pratica a tutto il torneo e sarà possibile decidere con maggiore consapevolezza quando spingere la strategia di gioco in maniera più aggressiva o quando rallentare e aspettare per rischiare di raddoppiare mano a mano che escono i players e si entra in zona premi. Sono tanti gli errori commessi dai players che non si rendono conto di quanto è lo stack dell'avversario e spesso si suicidano in alcune mani. I più esperti sanno contare le chips ma anche loro si rilasseranno e potranno concentrarsi maggiormente sui tell e sulle strategie da adottare al tavolo.