PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Wolak campionessa di poker alle Wsop

Mercoledì 06 Luglio, da Cesare Antonini

Si chiama Marsha Wolak ed è americana la campionessa del mondo di poker 2011 alle World Series di Las Vegas. Si è imposta su 1,055 giocatrici che hanno pagato un buy in di 1,000 dollari, quindi molto simile a quello degli eventi standard Wsop (mentre in Italia e in Europa i Ladies sono decisamente più bassi) e ha vinto 192,000 dollari della prima moneta mentre alla sua runner up sono andati 119,000 dollari e alla terza oltre 74,000 bigliettoni.

Un grandissimo torneo di poker per sole donne che si attesta sulla cifra di partecipazione dello scorso anno e che ha visto andare a premio anche l'italiana Maria Arena qualificatasi con People's Poker il network di poker room che aveva l'esclusiva per le World Series di quest'anno. Ma al torneo pare si siano iscritti anche alcuni uomini visto che non c'è nessun regolamento che prevede con forza il divieto a questa pratica.

Ricordiamo Shaun Deeb, il campione che si travestì da donna per giocare l'evento dell'anno scorso. Una partecipazione goliardica e che gli fece un sacco di pubblicità. In realtà in Inghilterra un giocatore partecipò con ben altri fini e riuscì a vincere l'evento giocando ovviamente contro un livello di gioco più basso.

In questo caso non ha senso partecipare ad un ladies event se l'unico obiettivo sono i soldi. Alle Wsop, comunque, la partecipazione femminile è sicuramente più elevata. Anche nei tornei minori ci sono molte donne ai tavoli. Al Ladies steccano tutte le big come Selbst, Rousso, Boeree e tante altre. Vanno avanti giocatrici vere per un movimento che, si spera, presto non abbia più bisogno di un evento al femminile che rischia di ghettizzare le giocatrici invece di portarle allo stesso livello dei colleghi maschi.