PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

World Poker Association

Mercoledì 02 Settembre, da Cesare

Solo con una struttura sanitaria come quella degli States poteva nascere un'iniziativa come quella della World Poker Association, associazione impegnata per la legalizzazione del gioco online, che nella persona del presidente Tom Franklin ha pensato ad un programma di copertura sanitaria ideato appositamente per i giocatori.

Il piano è semplice: tutti i membri della WPA possono richiederla e una volta che molti giocatori aderiranno l'associazione potrà ottenere una buona assistenza ad un prezzo contenuto, di circa 350$ al mese. Molti giocatori, infatti, non hanno la possibilità di averne un’altra finché non firmano un contratto di lavoro.

Un'iniziativa che potrebbe portare molti americani a convertirsi al poker per ottenere una copertura sanitaria che, come è noto, negli Usa rappresenta un vero e proprio cruccio sociale. L’esperimento è già stato messo in atto durante le scorse WSOP con una buona adesione.

Gli assicurati chiedono rimborsi sempre crescenti alle assicurazioni, che di conseguenza alzano i premi assicurativi, impedendo a sempre più persone di potersi permettere una copertura. Un meccanismo che rischia di aggravare sempre di più le condizioni sanitarie dei cittadini americani. Nonostante una tendenza che non sempre prevede per i nuovi contratti l’assistenza sanitaria, tradizionalmente negli Stati Uniti chi ha un contratto di lavoro è anche assicurato contro malattie ed infortuni.

Ma, come tutti sanno, i giocatori di poker professionisti non firmano alcun contratto, a meno che non siano sponsorizzati. E quello dell Wpa pare proprio un'iniziativa lodevole.