PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Che calo per il Wpt

Lunedì 31 Agosto, da Cesare

In un torneo in cui le presenze sono in evidente ribasso è stato il player Prahlad Friedman a raggiungere la vincita di $1,034,500 e il prestigioso titolo del World Poker Tour Legends Of Poker.

Sono stati 279 i players che hanno pagato $10,000 di buy-in generando un prizepool di $2,650,000. Alla stessa data l'anno scorso il torneo aveva attirato 373 giocatori con una differenza assolutamente sostanziale. Gli organizzatori hanno fatto una scelta strana conservando lo stesso premio dell'anno scorso, cioè 1 milione di dollari prelevando un 40% dal montepremi: senza dubbio un ammontare troppo elevato.

Pare che ad influenzare le presenze nel World Poker Tour sia la situazione economica americana. Nonostante gli States siano considerati uno tra i migliori mercati al mondo, qualche problemino la crisi l'ha creato anche al gioco negli Usa.

27 posti pagati per il torneo con $18,285 per i primi eliminati. Poche le stars tra i giocatori a premio anche se si notava la presenza di Steven Begleiter vincitore l'anno precedente, che termina nono, con una vincita di $29,240.

Al tavolo finale c'erano buoni giocatori come Toto Leonidas (3 milioni di vincite in carriera) e Todd Terry ma soprattutto un certo Kevin Schaffel che chiude secondo nel torneo e che sta aspettando di giocare il tavolo finale del Main Event Wsop 2009. E proprio questo potrebbe essere l'anno di Schaffel, futuro Ivan Demidov, visto che il russo l'anno scorso aveva raggiunto la seconda piazza sia alle Wsop che alle Wsop Europe.

Ma è Prahlad Friedman a vincere il torneo dopo tanti anni di carriera. Dopo un braccialetto e 1 milione e 300mila dollari di vittorie in carriera arriva dopo 6 anni (il titolo delle Wsop nel 2003) un'altra vittoria prestigiosa. Era ora.