PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Le regole del Texas Holdem: Analisi

Lunedì 25 Agosto, da Paolo De Lazzari

Gain du pokerIl Poker Texas Holdem, o "poker alla Texana”, è una delle varie versioni del Poker, ed è da tempo la più popolare e praticata sia nei casinò che nelle sale da Poker online. Le regole principali del Poker Texas Hold’em si possono imparare facilmente, e il gioco può sembrare semplice, ma l’impressione è ingannevole: diventare giocatori esperti richiede una buona abilità. E’ un gioco sottile, e a suo modo complesso.

Il Poker Texas Holdem si svolge su un tavolo ovale con un totale di 9 o 10 giocatori, ed è un gioco più veloce e più ricco d’azione rispetto allo Stud o alla maggior parte delle altre versioni. E’ la forma di Poker la cui pratica sta crescendo più rapidamente nel mondo intero, ed è quella con la quale si disputano le World Series mondiali, che eleggono il campione del mondo.

Il primo giro

Nel Poker Texas Holdem, dopo alcune puntate iniziali di cui si tratterà più avanti, la vera e propria mano di gioco inizia quando a ogni giocatore vengono servite due carte coperte. Ha luogo quindi un primo giro di puntate, dopo che ogni giocatore ha visto le sue due carte. In questo primo giro, i giocatori possono decidere se “chiamare” (call), detto anche “vedere”, cioè accettare la puntata già sul tavolo aggiungendo la propria, uguale, oppure possono “rilanciare” su di essa, aumentandola (raise), o ancora possono abbandonare, “lasciare” quella mano, se pensano di avere carte troppo scarse (fold). La maggior parte delle sale da Poker consente un massimo di 3 o 4 rilanci per ogni turno di puntate, con un’eccezione: quando due giocatori sono rimasti soli a contendersi un piatto, non c’è più limite al numero di rilanci consentiti.

Il Secondo giro e il "flop"

Quando il primo giro di puntate è completato, il mazziere, o il sistema automatico nel Poker online, mette al centro del tavolo tre carte scoperte, dette “Flop”. Queste sono le prime carte comuni a tutti i giocatori. Si apre a questo punto un secondo turno di puntate. All’inizio di questo giro, così come nei successivi, i primi giocatori di turno a parlare, se nessuno prima di loro ha puntato, possono “passare” (check) il turno al giocatore successivo senza aggiungere denaro sul piatto. Quindi, dal Flop in poi, se non vi sono state puntate prima del suo turno un giocatore può passare o puntare, se invece ci sono state puntate, un giocatore può vedere, rilanciare, rialzare un rilancio precedente, o lasciare la mano.

Il "Turn" e il "River"

Dopo il turno di puntate relative al Flop, il mazziere scopre una quarta carta comune, chiamata “Turn”, che viene seguita da un ulteriore giro di puntate e rilanci. Finito questo giro, viene posta sul tavolo la quinta e ultima carta comune, detta “River”, e ha inizio l’ultimo giro di puntate e rilanci. Vince il giocatore che ha la miglior combinazione di 5 carte, ottenute combinando in tutti i modi possibili le due carte personali ottenute inizialmente con le cinque carte comuni al centro del tavolo.

Questo è tutto, per quanto riguarda gli aspetti di base del gioco del Poker Texas Holdem. Eppure, dietro questa apparente semplicità si nascondono un’eleganza e una sofisticazione che rendono il Texas Holdem la forma di Poker più diffusa nel mondo intero.