PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Il gioco del Poker al tavolo dal vivo

Lunedì 25 Agosto, da Paolo De Lazzari

casinoSe siete giocatori di poker per così dire da tavolo da cucina o, nella migliore delle ipotesi, da salotto, non avrete mai un’idea veritiera di questo gioco finché non varcherete le porte di un casinò.

Oggi, grazie al successo di cui gode il poker anche dalle nostre parti, non è necessario volare a Las Vegas per vivere l’atmosfera di una poker room. Anche se per un amante del poker una visita a Las Vegas è paragonabile a un viaggio in Terra Santa per un cristiano. Tutti gli amanti del gioco d’azzardo dovrebbero andare a Las Vegas almeno una volta nella vita.

I pro del casinò vero

Vediamo quali sono i vantaggi di giocare in un casinò. Se sono le 3 di notte e improvvisamente vi viene voglia di fare una partitina, basterà andare al casinò più vicino per trovare un tavolo al quale prendere posto. Oltre a questo, proprio per il fatto che all’interno di un casinò circola molto denaro, i sistemi di sicurezza sono avanzatissimi e alle telecamere a circuito chiuso non sfugge neanche un dettaglio. Conoscete la serie televisiva Las Vegas ? Beh, se non la conoscete vi consiglio di scaricarvi qualche puntata…

Giocare al tavolo di un casinò significa anche avere la libertà di alzarsi e abbandonare il gioco in qualsiasi momento, senza che nessuno abbia niente da obiettare. E poi, in un casinò avrete la possibilità di scegliere tra vari giochi, hold’em, omaha o stud.

E che dire del ritmo del gioco ? In un tavolo di poker dire domestico, il ritmo di gioco non è mai costante e le distrazioni sono innumerevoli. Il telefono di casa che squilla, il campanello che suona senza requie, lo stereo del vicino col volume a manetta. Al tavolo di un casinò, tutti sono estremamente concentrati sul gioco e in più ogni tavolo da poker è amministrato dal dealer, il mazziere, che gestisce il gioco assicurando un ritmo veloce e costante.

Quello che non si può descrivere è l’atmosfera che regna in un casinò, e non bastano le parole a rendere l’idea quindi, il consiglio che vi do è di visitare prima o poi uno di questi templi del gioco d’azzardo.

Selezionare le mani da giocare


La selezioni delle mani è una delle decisioni chiave per l’ottenimento di buone vincite. Quasi tutti i giocatori partecipano a troppe mani, e questo non vale solo per i principianti. Molti giocatori sono attivi da anni, e il difetto più grave del loro gioco è ancora che entrano a giocare in troppe mani.

In fondo, la maggior parte dei giocatori giocano per divertimento, non per guadagnarsi da vivere. Cercano di godersi l’emozione del gioco, e per quanto vogliano farvi credere che il loro obiettivo vero sia vincere denaro, in realtà questo è per loro un risultato secondario: quello che davvero cercano è uno svago e un brivido.

Giocare per guadagnare o per svago

La differenza tra un giocatore che si siede al tavolo per divertirsi e un altro che invece ha l’obiettivo di vincere denaro è che il primo cercherà comunque buone ragioni per lanciarsi a giocare anche mani con carte scarse, e continuerà a giocarle anche quando le carte comuni si dimostreranno poco interessanti.

Il giocatore determinato a vincere, invece, sarà più attento alle molte ragioni che consigliano di abbandonare le mani pericolose, evitando rischi non necessari, e guardandosi bene dal cercare guai tutte le volte che il guadagno potenziale è realisticamente superato dai rischi necessari per provare a conseguirlo.