PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Limiti di puntate nel Poker

Martedì 09 Settembre, da Paolo De Lazzari

jeux serreSe non si puntasse del denaro, il Poker sarebbe solo un gioco di fortuna, e la combinazione più alta vincerebbe sempre. Il fatto di puntare è il vero cuore del Poker, e l’obiettivo consiste nel minimizzare le perdite quando si ha una mano modesta, e nel vincere il massimo possibile quando si hanno invece carte alte. In questo articolo analizzeremo il tema generale delle puntate e dei rilanci, tenendo presente che ogni tipo di Poker, poi, prevede alcune leggere variazioni specifiche.

Il primo giocatore è quello che dà il via

Ogni turno di puntate, dopo la distribuzione iniziale delle carte e poi dopo ciascuna fase di apertura delle carte comuni a centro tavolo, comincia con il primo giocatore di turno che deve passare (check), cioè rimanere in gioco senza incrementare quanto ha puntato fino a quel momento, oppure puntare (bet) ancora qualcosa.

Questo primo giocatore è detto “quello che parla per primo”, e la sua è la eventuale puntata di apertura. Dopo che questo primo giocatore ha fatto la sua mossa, via via gli altri, nell’ordine, possono abbandonare, vedere, eguagliando l’eventuale puntata posta, rilanciare, oppure anche passare se il precedente giocatore ha passato.

Il vincitore

Quando un giocatore abbandona una mano, perde le puntate che ha effettuato fino a quel momento, e non partecipa più a quel giro di gioco.

Dopo l’ultimo giro di puntate e rilanci, se tutti i giocatori hanno abbandonato la mano tranne uno, questi è ovviamente il vincitore. Se invece sono rimasti in gioco due o più giocatori, tutti costoro scoprono le proprie carte e chi ha la combinazione più forte vince il piatto, cioè l’insieme delle puntate che sono state effettuate in totale fino a quel momento. L’entità delle puntate e dei rilanci deve essere decisa prima dell’inizio del gioco, e vi sono varie modalità per fissarla:

Gioco limite fisso (fixed limit game):

I giocatori possono puntare o rilanciare con non più di un numero predeterminato di Fiche. Questo limite, tuttavia, varia di fase in fase all’interno della stessa mano. Nel Poker Texas Holdem le fasi di puntata e rilancio sono quattro (iniziale, Flop, Turn e River), e il limite iniziale di puntata solitamente si raddoppia alla terza fase (Turn).

Gioco a limite elastico (spread limit):

E' simile al gioco a limite fisso, ma i giocatori possono puntare e rilanciare con una cifra compresa fra un minimo e un massimo prefissati, ad esempio fra 2 e 10 Fiches. I rilanci, tuttavia, devono essere pari o superiori alla puntata che li ha preceduti.

Gioco a limite di piatto (pot limit):

Nel gioco a limite di piatto, le puntate e i rilanci hanno come limite massimo l’importo totale che c’è nel piatto in quel momento. Un giocatore che rilancia può contare nel limite anche la puntata che lui stesso deve mettere per vedere la puntata precedente. Se sul piatto ci sono 10 Fiche, e qualcuno ne punta altre 10, un successivo giocatore che voglia rilanciare avrà come limite le 20 nel piatto più le 10 che dovrebbe mettere per vedere, e può quindi vedere con queste 10 e rilanciare fino a un massimo di altre 30.

Gioco senza limite (no limit):

ogni giocatore può puntare o rilanciare fino a un massimo pari alle Fiche di cui è in possesso.

Nella maggior parte dei giochi con limite, sono consentiti una puntata e un massimo di 3 o 4 rilanci.

All-in: puntare tutto

Se un giocatore non ha gettoni sufficienti a coprire le puntate e i rilanci, si dice che fa All-in, cioè che punta tutto, quando decide di continuare a partecipare alla mano in corso con tutto quel che ha, dando per inteso che, nel caso egli vinca, riscuoterà solo un piatto commisurato a quanto lui ha potuto effettivamente puntare.

In questo caso, il piatto viene diviso in principale (main pot) e aggiuntivo (side pot). Il giocatore in All?in non potrà il piatto aggiuntivo, poiché non ha potuto aggiungere propri gettoni a esso, ma potrà vincere il piatto principale, al quale ha partecipato. In alcuni casi è anche possibile acquistare altri gettoni tra una mano e l’altra.