PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Regole Omaha Hi/lo

Lunedì 05 Luglio, da Andrea Lazzo

Poker Table

La variante del poker conosciuta come Omaha Hi/lo è diventata popolare quanto la sua versione classica, per il fatto che prevede una regola molto particolare al fine di stabilire chi possa aggiudicarsi il piatto. L’Omaha Hi/lo è denominato in questo modo proprio per i fattori di High e Low, e più precisamente per la presenza di punteggi alti e bassi, veri protagonisti di questa variante.  In questo articolo vi spiegheremo tutto ciò che dovrete conoscere per affrontare una partita di Omaha Hi/lo e poter cominciare a giocare online, sfidando i vostri avversari per soldi veri, in una variante che promette tanta suspense e colpi di scena.


 Vincitore basso e vincitore alto 

La variante del poker Omaha Hi/lo, prevede due tipi di vincitore: uno con il punteggio più alto e uno con il punteggio più basso. Per punteggio basso si intende un punteggio formato con cinque carte differenti tra loro, con un valore massimo di otto.  In una mano di Omaha Hi/lo, il piatto di fatto verrà splittato tra il giocatore con il punteggio alto e colui che riesce (se riesce) ad effettuare un punteggio di tipo Low. Nel caso ci siano più mani basse in competizione per il piatto Low, queste andranno confrontate tra di loro.  A questo fine, si badi bene che nell’Omaha Hi/lo le combinazioni di scala e colore non contano: per questo motivo la miglior mano possibile per il punteggio Low è costituita da A, 2, 3, 4, 5.
 

Dall’ Omaha all’ Omaha Hi/lo, le differenze dal texas hold em 

Nell’Omaha Hi/lo, così come per l’Omaha, valgono alcune regole fondamentali, che differiscono da quelle del Texas Hold em. La prima regola differente, sta nella distribuzione delle carte. Infatti, ad ogni giocatore vengono distribuite quattro carte coperte, invece che due.  La seconda differenza dell’Omaha Hi/lo rispetto al Texas Hold em sta nel fatto che ogni giocatore potrà usare precisamente due delle quattro carte a propria disposizione. In questo modo si da per scontato che le cinque carte per la creazione del punteggio saranno formate da due pocket card e da tre community card.  Per tutto ciò che riguarda i turni e le modalità di puntata, l’Omaha Hi/lo è identico al Texas Hold em. I turni di preflop, flop, turn e river sono accompagnati da una giro di puntate, incluse le regole di small e big blind.
 

Definire il punteggio Low 

Abbiamo detto che nell’Omaha Hi/lo i punteggi bassi sono formati da carte non uguali minori del 9. Per definire la graduatoria del punteggio, si deve tenere conto della carta più alta. Se abbiamo ad esempio la combinazione A, 2, 3, 4, 5 avremo una mano “Ace to Five” detta anche “Five Low”. Questa ovviamente sarà vincente rispetto ad una Six low, Seven Low o Eight Low. Nell’ Omaha Hi/lo questi punteggi non devono essere necessariamente in scala, ma è importante che al loro interno non vi siano coppie o carte superiori all’8.  Quindi, ricapitolando, alla fine di ogni mano di Omaha Hi/lo avremo almeno un vincitore, ovvero quello con la mano di tipo High. Questo, potrebbe dover splittare il pot.