PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Poker a 5 carte coperte, il gioco classico è il Poker Draw

Lunedì 05 Gennaio, da Paolo De Lazzari

CardsIl Poker draw a 5 carte è la forma base del Poker, ed è la variante da cui cominciare per insegnare il Poker a un nuovo giocatore. Al giorno d’oggi non è più così diffuso nei casinò, ma è il tipo di Poker dal quale sono state poi inventate le altre varianti. In ogni mano di Poker draw, le carte con cui i giocatori formano la propria combinazione sono cinque, tutte tenute coperte, e tutte personali.




Non esistono infatti carte comuni utilizzabili anche da altri giocatori per formare il proprio punto. La mano si apre con un giro di puntate (e a volte anche con una puntata preliminare, detta invito, o ante) dopo di che a ciascun giocatore vengono servite le carte, tutte coperte.

Ha quindi luogo, nel caso alcune condizioni sulla mano minima posseduta da almeno uno dei giocatori siano soddisfatte, un secondo turno di puntate, dopo il quale i giocatori rimasti in gioco possono cambiare una o più delle carte iniziali che gli sono state servite, scartandole coperte, e ricevendone altrettante, sempre coperte. Ha quindi luogo un ultimo giro di puntate e di rilanci, che può portare al confronto finale tra le combinazioni rimaste in gioco.

Fino alla fine tutte le carte devono rimanere coperte, e il confronto finale avviene solo se almeno un giocatore è andato a vedere l’ultimo rilancio, altrimenti la mano si conclude senza che nessuno sappia cosa il vincitore aveva in mano.

Lo svolgimento del gioco

La prima mano vera e propria comincia con la decisione a sorte del giocatore che farà il mazziere. Il mazzo passa di giocatore in giocatore di solito in senso orario, quindi se abbiamo appena servito le carte il prossimo a distribuire sarà il giocatore alla nostra sinistra.

Le puntate iniziali (inviti, o ante)

Una volta sorteggiato il primo mazziere, questi prende il mazzo e lo mischia. Ogni giocatore a questo punto mette al centro del tavolo, in quello che viene comunemente definito il piatto, un “invito”, o “ante”, cioè una piccola puntata iniziale fissa che dà diritto a prendere parte alla mano che sta per cominciare. Se non si punta l’ante significa che ci si è temporaneamente autosospesi dal gioco. Una volta mischiate le carte e puntati gli ante, il mazziere serve le carte, una per volta a ciascun giocatore, tutte coperte, sempre in senso orario. Vengono così servite un totale di 5 carte.

Passare, Puntare o Lasciare

Ogni giocatore prende quindi le carte che gli sono state servite, e le guarda tenendole nascoste dagli altri. Il giocatore a sinistra del Mazziere apre il giro di puntate e può decidere se puntare (bet) una certa somma, entro limiti stabiliti, o passare (pass) dando la parola al giocatore successivo, oppure lasciare (fold), abbandonando la mano e riponendo le proprie carte sul tavolo, sempre coperte.

Vedere o rilanciare

Dal secondo giocatore in poi, tutti devono decidere come reagire alle scelte del precedente. Se tutti i precedenti hanno lasciato o passato, il successivo ha a disposizione le loro stesse tre scelte, cioè lasciare, passare o puntare, ma se qualcuno prima di lui ha puntato le scelte possibili diventano quella di lasciare, oppure di vedere (call) puntando la stessa cifra, o ancora rilanciare (raise) puntando una cifra più alta.

Una volta che anche il mazziere ha scelto la sua azione, cioè ha “parlato”, gli altri giocatori ancora in gioco devono scegliere se rimanere in gioco, vedendo ogni puntata o rilancio che sia stato effettuato dopo che il loro turno si era concluso, oppure lasciando la mano. In generale, ai giocatori non è consentito rilanciare una volta che la parola torna loro dopo il turno del mazziere. Le regole del poker draw a 5 carte proseguono nella Seconda Parte