PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Il gioco della scopa online



scopa gioco digitale

La Scopa è un gioco di carte popolare Italiano come il Burraco. Essendo un gioco antico, tra i suoi amanti più celebri possiamo ritrovare persino presidenti e sovrani, tra i quali Sandro Pertini e un secolo prima Francesco II, Re del Regno delle Due Sicilie. Si pensa che sia il suo nome, così come le sue regole principali, trovino origine da un gioco di carte spagnolo chiamato Escoba. In ogni caso, il gioco della Scopa è sbarcato in primo luogo a Napoli, dove pescatori e commercianti potevano vantare numerosi scambi culturali sulle rotte commerciali verso la Spagna.

Vuoi giocare a scopa in linea? In questa tabella trovi i siti migliori che offrono tra i vari giochi quello della scopa online! Non farti sfuggire i tornei di scopa in linea con soldi veri o freeroll!

 

Scopa Online Sisal Poker versione in flash senza download
Tornei Scopa Sisal Poker freeroll e tornei programmati
Scopa con soldi veri Sisal Poker Venerdì e Domenica alle ore 22:30 - Scopa 7 punti, 100 € Garantiti

Presentazione del Gioco e delle Carte

Il gioco della Scopa si svolge utilizzando delle carte apposite, diverse dalle carte francesi. Infatti, per questo gioco vengono utilizzate le carte napoletane, le quali sono raggruppate in un mazzo da 40, con valori da 1 a 10, divise per quattro semi. Le carte per il gioco della scopa sono molto caratteristiche, esaminiamone perciò gli aspetti principali.

Innanzitutto, i quattro semi sono composti da: denari, coppe, spade e bastoni. Le carte non portano numeri ma è possibile evincere il loro valore da alcuni particolari. Le carte dal due al sette, nel loro disegno, presentano una quantità di elementi con riferimento al loro seme, di quantità pari al valore rappresentato. Così, il 3 di spade vede disegnate tre spade, il 5 di denari cinque monete e così via. Le carte caratteristiche e più “singolari” sono costituite dagli Assi, dagli 8, 9 e 10. L’asso è rappresentato da un disegno molto artistico raffigurante l’elemento a cui fa capo. L’Asso di bastoni è rappresentato da un bastone molto ornato e l’Asso di denari da un grifone dorato a due teste. Per quanto riguarda le altre,  l’otto (o fante) è costituito da una figura umana in piedi, con in mano l’elemento del seme in questione, Il nove è costituito da un cavaliere a cavallo e il 10 da un Re con la corona, sempre raffigurato insieme al proprio seme.

Anche se il gioco della scopa è popolarmente giocato con le carte napoletane, in altre regioni Italiane vengono utilizzate le carte tipiche della zona di appartenenza, come ad esempio le carte piacentine, le carte triestine ecc.


Regole e Svolgimento del Gioco

Al gioco della scopa possono partecipare due, quattro o sei giocatori, anche se le versioni più popolari prevedono le sfide a due e a quattro (giocando a coppie). L’obiettivo del gioco è quello di effettuare più punti possibili rispetto agli avversari, guadagnando gli stessi attraverso delle dinamiche particolari.

Il gioco inizia con il mazziere che distribuisce tre carte per ogni giocatore e che pone quattro carte scoperte al centro del tavolo. Le carte scoperte, il mazziere dovrà porle solo ad inizio gioco mentre le restanti carte verranno distribuite sempre tre alla volta ad ogni fine turno. Il turno consiste nel cercare di prendere, utilizzando le proprie carte, quelle al centro del tavolo. Per poter “prendere” non bisogna fare altro che mostrare una carta uguale a quella desiderata, oppure una carta che rappresenti la somma delle carte desiderate. Così, ad esempio, con un 10 in mano, potremo prendere un dieci sul tavolo (laddove sia presente), oppure un sei e un quattro, o ancora 4-3-2-1. Se non si può prendere, ogni giocatore è obbligato a porre una carta delle proprie al centro del tavolo. 
Il nome del gioco deriva da una condizione particolare in cui un giocatore riesce a prendere tutte le carte presenti in un dato momento sul tavolo, dichiarando “scopa” e ponendo la carta con cui prende, scoperta accanto al mazzo dove depone le altre “prese”.


Quando le carte a disposizione dei giocatori sono finite, le carte sul tavolo vanno a colui che ha preso per ultimo. A questo punto, oltre che le scope, a formare il punteggio concorrono i quattro tipi di punteggio presenti nel gioco della scopa: Denari, Lunga, Settebello, Primiera. Il punto legato ai Denari, spetta a chi ha preso la maggior parte delle carte di denari e, in caso di parità, lo stesso punto non verrà assegnato. Il punteggio della Lunga, spetta invece a chi riesce a prendere almeno metà più una della carte. Il punto della primiera, spetta al giocatore o alla coppia che totalizza il maggior punteggio usando quattro carte, in base ad una gerarchia di punteggio particolare: Sette, 21 punti; Sei, 18 punti; Asso, 16 punti; Cinque, 15 punti; Quattro, 14 punti; Tre, 13 punti; Due, 12 punti; Figure, 10 punti.  Infine, il punto del Settebello spetta a chi riesce a prendere il sette di denari.
La partita si chiude quando una squadra totalizza 11, 16 o 21 punti, a seconda di quanto si voglia far durare la partita.