PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Razz Poker, come giocare a testa in giù con strategia

Domenica 01 Febbraio, da Paolo De Lazzari

bonus chipsIl Razz è un gioco che richiede pazienza. È fondamentale giocare in maniera prudente, sia pur provando a rubare gli inviti quando se ne ha la possibilità.

Le mani iniziali nel Razz…

…sono facili da ricordare. (A 2 3) è la mano iniziale migliore, ma già se si hanno tre carte comprese fra A e 5, si ha un’ottima mano iniziale, e si può puntare e rilanciare prima della distribuzione delle carte successive. Anche tre carte fra A e 6 sono buone, e possono essere giocate con aggressività, ma con un po’ più di cautela specie se altri giocatori rilanciano. Con tre carte tra A e 7 è bene andare a vedere la prima carta aggiuntiva, anche se qualcuno ha puntato, mentre già tre carte con 8 come massimo diventa una mano debole, che può essere utile per rubare gli inviti, ma che in generale non va giocata troppo spesso.

La carta scoperta degli altri giocatori

Osservare la carta scoperta altrui è molto importante, nella strategia del Razz Poker online. I giocatori esperti analizzano le carte visibili e valutano le probabilità della mano che hanno. A volte le carte altrui indicano esattamente cosa è meglio fare.

Se la propria mano ha come massimo un 9, e non vi sono sul tavolo carte minori di 9, si può essere certi di avere la mano migliore, e si può puntare e rilanciare, anche se una mano con minimo 9 non è esattamente una buona combinazione di partenza. È bene continuare a tenere d’occhio comunque le carte scoperte altrui man mano che la mano procede. Anche se si riceve una carta che fa coppia con una delle nostre carte nascoste, se gli avversari a loro volta ricevono carte alte, è comunque possibile provare a vincere il piatto puntando con aggressività.

Carte vive e carte morte

Questo è un aspetto importante nello Stud a 7 carte classico: in questo gioco si desidera che le proprie carte restino “vive”, in gioco, con possibilità di formare combinazioni alte. Nel Razz Poker avviene il contrario, e si spera che le proprie carte restino “morte”. Ad esempio; se si ha in mano A 3 6 e si vedono sul tavolo altri due 3, un 6 e un A, si può essere contenti, poiché le possibilità che le proprie carte formino poi una coppia sono ancora più ridotte. Formare una coppia infatti è un evento micidiale per una buona mano di Razz, quindi più carte morte si vedono in giro, meglio è.

Gioco aggressivo o gioco lento (slow play)

Il Razz Poker non è adatto al gioco lento. Vi sono ovviamente delle eccezioni, ma in generale, quando si ha una buona mano, è meglio giocare pesante. Una ragione di questo sta nel fatto che giocando in maniera aggressiva, è possibile creare, dopo le sole prime tre carte iniziali, un piatto abbastanza ricco da permettere di andare a vedere dopo la quarta carta anche se essa è brutta, in virtù della dimensione del piatto e del guadagno atteso a fronte delle probabilità. Si può infatti sperare verosimilmente di rientrare bene in gioco con una quinta carta bassa. In ogni caso, è bene approfittare delle debolezze degli avversari avventurosi, puntando e rialzando contro di loro se le carte ce lo consentono.

visitate la nostra home page pokersharks.it per avere un quadro completo sul mondo del poker online