PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

Il gioco con la small pair

Martedì 15 Marzo, da Andrea Lazzo

blackjack gameIl gioco di una small pair è molto simile a quello di una medium pair, ovvero richiede molta cautela e dovrebbe praticarsi soltanto in determinate condizioni. Una di queste è sicuramente un low limit, ovvero una partita di Texas Holdem con limite basso.

Nelle partite no limit, invece, la situazione cambia parecchio. Una coppia che vada dal 2 fino al 6,7 non può di certo portare a rilanci o alla pretesa di guida del gioco.  L’unico pregio di una coppia bassa o small pair nel pocket è quello di essere nascosta e quindi, nel caso si riesca ad arrivare al flop con call minimo, può rivelarsi molto interessante  in quanto potrebbe chiudere un tris. Ad esempio, se ho 4,4 e il flop da 4, 8, J possiamo essere ben contenti di aver centrato il tris e a quel punto dovremmo anche rilanciare, in ragione di due motivazioni:

  1. Se si arriva al flop senza che alcun avversario rilanci, è quasi certo che nessuno di essi goda di una coppia alta nel pocket
  2. Se si arriva al flop senza che alcun avversario rilanci, è molto probabile che nessuno di essi abbia una middle pair nel pocket
  3. Anche se uno dei nostri avversari avesse un 8 o un Jack, l’uscita di un ulteriore 8 o un ulteriore Jack comunque a nostro favore, designandosi un full.

A parte queste due considerazioni, dovremmo tenere presente che sul board sono presenti due overcard rispetto al nostro 4 e bisogna considerare la possibilità che un avversario possa avere una middle pair nel pocket. In questo caso, l’otto.

Tuttavia, vi sono situazioni in cui è preferibile non dare troppa importanza alla small pair nel pocket in fase di preflop, come ad esempio un rilancio troppo alto, così come un alto rilancio di un giocatore solitamente prudente. Tenete sempre conto del tipo di avversario che avete davanti, soprattutto per quando dovrete decidere se giocarvi una small pair o meno. Le possibilità che esca un’altra carta uguale nelle sole cinque possibilità date dal board è bassa, perciò ricordatevi sempre che non avete ancora vinto nulla. Lo stesso vale per le medium pair e persino per le coppia di K, figuriamoci per la coppia bassa.
Quindi, se avete una coppia bassa nel pocket, considerate i seguenti fattori:

  1. Modalità di gioco (limit o no limit)
  2. Stack a disposizione
  3. Tipo di avversari
  4. Presenza di rilanci
  5. Esito del flop

Evitate di giocare impulsivamente e aspettate sempre delle mani migliori rispetto a delle small pair nel pocket, soprattutto nei tavoli con 5 o più giocatori. Se siete prossimi alla fine del vostro stack e dovrete necessariamente andare in all-in al vostro prossimo turno di big blind, allora potreste anche cercare di approfittarne.