PokerStars

100% Fino a 400€

PokerStars Recensione

Titan Poker

200% Fino a 1000€

Titan Poker Recensione

snai poker

100% Fino a 600€

PokerSnai Recensione

sisal

100% Fino a 400€

Sisal Poker Recensione

logo gioco digitale

100% Fino a 600€

Gioco Digitale Recensione

L'inizio di una mano: Buio e Controbuio

Lunedì 25 Agosto, da Paolo De Lazzari

Table de poker

Ogni mano di Poker Texas Holdem comincia con un giro di puntate iniziali, aperte dal “buio”, chiamato anche piccolo buio (small blind), e dal “controbuio” o grande buio (big blind). Il buio è una puntata di base che il giocatore alla sinistra del mazziere (dealer), se è in gioco, deve obbligatoriamente mettere sul piatto. Il controbuio è generalmente il doppio della puntata del buio, effettuata dal giocatore alla sinistra di quest’ultimo. Una volta distribuite le due carte ciascuno, chiunque voglia giocare dovrà mettere sul piatto almeno la somma equivalente al controbuio (o eventualmente rilanciare se vuole), e infine, il giocatore che ha messo il piccolo buio, potrà decidere se lasciare o aggiungere gli euro/fiches mancanti. Non c’è differenza per la versione online dove il mazziere viene indicato, mano dopo mano, con una lettera D (dealer) e quindi via via si capisce chi deve pagare all’inizio il buio e chi il controbuio.

 Cosa sono buio e controbuio

Sono le puntate alla cieca per eccellenza, dette anche “vive” poiché obbligatorie. Se il controbuio garantisce un prevedibile passaggio alla seconda fase del gioco, il flop, il giocatore che ha già versato il buio può valutare le proprie due carte in mano e comprendere se sia meglio lasciar stare tutto o aggiornare la propria puntata. In caso di mano forte, essere in posizione di controbuio, rappresenta una situazione fortunata poiché si può bluffare senza scoprirsi troppo, piazzando al momento opportuno il rilancio definitivo, quando i giocatori più deboli sono entrati nella rete.
 

Lo scopo del buio e il controbuio

Volgarmente, un’esca. Né più né meno. Chi punterebbe qualche fiche con in mano un 5 e un Jack? Giocare a Texas Hold’em sarebbe un vero azzardo. Di pazienza però. Non di meno sarebbe fin troppo facile intuire l’eventuale mano di chi accetta di giocare (bluff permettendo). Il buio e controbuio sono stati creati proprio per ovviare alla questione punteggio. La logica dominante dice che si gioca: se vuoi, il piatto dice questa cifra. Prendere o lasciare.

 

L'influenza sulla strategia

Come negli sport, essere da una parte nel campo piuttosto che in un’altra, può cambiare non poco le cose. Pensate di giocare a tennis con il vento a favore rispetto ad averlo contro. È tutto un cambio di strategia e dosaggio di potenza. Essere il mazziere è un po’ la stessa cosa, sia nel gioco cartaceo sia online, avendo il vantaggio dell’ultima parola, e quindi poter chiamare un nuovo rilancio e mettere con le spalle al muro eventualmente ogni avversario. Avere una mano forte, possibilmente vincente, ed essere il mazziere è la migliore delle possibilità.

In conclusione, un’identica combinazione ha un peso diverso a seconda di dove ci si trovi. Nel caso di dieci giocatori: la posizione iniziale (buio, contro buio e le due successive), intermedia (5, 6, 7) e di fine giro (8, 9 e il mazziere).